Il Dottor Darecchio è un chirurgo focalizzato sul trattamento estetico e funzionale della parete addominale. Prediligendo le metodiche a bassa invasività è lo specialista che per primo a livello internazionale ha applicato sistematicamente la robotica nel trattamento della diastasi addominale mini invasiva ed ha sviluppato le potenzialità della robotica diventandone il riferimento nel settore. Il Dr. Darecchio è il chirurgo che attualmente può vantare la maggiore casistica operatoria ricostruttiva per diastasi dei muscoli retti in robotica con il maggior numero di pazienti operati.

L’attenzione alla naturalezza e alle forme femminili slanciate è una costante nell’operato del Dr. Darecchio, dove viene prediletto un approccio completo all’addome dedicato alle necessità estetiche e funzionali del paziente.

Risultato dopo intervento del Dottor. Darecchio per diastasi addominale.
Punto vita e muscoli obliqui in risalto.

La diastasi addominale è una patologia che comporta l’allontanamento progressivo dei muscoli retti addominali. Esteticamente la diastasi si manifesta con un aumento di volume addominale spropositato e in disarmonia rispetto al reale peso corporeo.

La diastasi addominale dà luogo ad un addome abnormemente voluminoso anche in assenza di ulteriori inestetismi. In questo caso, è sufficiente il solo riallineamento muscolare per ristabilire l’armonia perduta. L’associazione invece di diastasi addominale a specifici inestetismi può rendere necessaria l’esecuzione aggiuntiva di alcune procedure di superficie. Le principali procedure eseguibili sono: mini-addominoplasticaaddominoplastica, liposcultura,  lipofilling, lifting cutanei. Riservata invece solo in casi gravi di ex- obesità trova ancora indicazione l’addominoplastica. Infine in correzione di precedenti interventi chirurgici, sono possibili ulteriori procedure tailor-made.

Può essere indicata in casi particolari di ex-obesità l’addominoplastica ed infine, in correzione di precedenti interventi chirurgici, sono possibili ulteriori procedure tailor-made.

Una delle principali funzioni della parete addominale è quella di contenimento. Quando la continuità della barriera muscolo aponeurotica viene interrotta in una determinata area, il contenuto addominale tende a fuoriuscire dalla sua sede naturale determinando quella che viene definita ernia(ernie addominali, ernie ombelicali, sovraombelicali, sottombelicali, epigastriche, ipogastriche, sottoxifoidee, ernie di Spigelio, laparoceli, ernia della linea mediana associata a diastasi).

Chirurgia Robotica

La robotica rappresenta attualmente l’opzione meno invasiva nel campo delle strumentazioni disponibili per la chirurgia di parete addominale.
Attraverso la visione tridimensionale e ingrandita, il chirurgo ha una percezione aumentata dei dettagli e, grazie ad alcuni particolari filtri, si possono evidenziare in tempo reale le strutture anatomiche altrimenti invisibili. Con le dimensioni ridotte degli strumenti e la loro l’articolabilità superiore a quella manuale e dei classici strumenti laparoscopici è possibile lavorare in spazi anatomici altrimenti preclusi.