Ernie addominali

Una delle principali funzioni della parete addominale è quella di contenimento. Quando l’integrità dei vari strati che la compongono viene compromessa in una determinata area, il contenuto addominale tende a fuoriuscire dalla sua sede naturale determinando quella che viene definita ernia.

Le principali ernie della parete addominale riguardano la linea mediana, che è la regione maggiormente sottoposta a carichi dinamici e pressori. Molto frequentemente le ernie della linea mediana sono associate a diastasi dei muscoli retti, che ne è precursore, indebolendo le fibre connettivali della linea alba.

Trattamento di ernia ombelicale e diastasi dei muscoli retti addominali per via robotica trans-addominale pre-peritoneale. Nessuna incisione in regione ombelicale e nessun punto di sutura da rimuovere.
Dr. A. Darecchio

Tipi di ernie addominali

Sulla linea mediana dell’addome possiamo trovare ernie ombelicali, sovraombelicali, sottombelicali, epigastriche, ipogastriche, sottoxifoidee e sovrapubiche. Esistono anche ernie secondarie a precedenti interventi chirurgici che vengono definite laparaoceli. Vi sono altre ernie meno frequenti e che non interessano la linea mediana, ma una specifica area, denominata regione di Spigelio. Infine le ernie inguinali e crurali interessano rispettivamente la regione del canale inguinale e femorale e, pertanto meritano una descrizione separata.

Nel caso di ernie della linea mediana associate a diastasi addominale (condizione molto frequente) generalmente è buona norma considerare la riparazione di entrambe le patologie per ottenere un risultato stabile e duraturo. La ricostruzione per diastasi addominale trans-addominale pre-peritoneale in chirurgia robotica, permette la riparazione anche delle ernie della linea mediana, eliminando in questo modo radicalmente le due patologie nella medesima seduta operatoria.