Correzione precedenti interventi

Una delle condizioni più frequenti riguarda la revisione di precedenti tagli cesarei, i quali possono richiedere correzione a vari livelli: cutaneo, sottocutaneo, muscolo-aponeurotico e endoaddominale.

A livello cutaneo uno di principali difetti dei tagli cesarei è la cicatrice che può avere aspetto irregolare o ipertrofico venendo definita rispettivamente dismorfica o cheloidea.
Oltre all’inestetismo vero e proprio in caso di cheloide spesso nella regione sovrapubica si genera ulteriore fastidio e infiammazione a causa degli indumenti che irritano e comprimo la cicatrice.
A livello sottocutaneo in esito di cesareo si riscontrano spesso retrazioni cicatriziali che determinano il cosiddetto belly pooch o “scalino”, particolarmente evidente stando in piedi dal momento che la cicatrice rimane fissa ai piani profondi mentre il pannicolo dermo-adiposo sovrastante cede verso il basso.
A livello muscolo aponeurotico vi possono essere cedimenti strutturali ed infine a livello endoaddominale è di frequente riscontro la presenza di aderenze, in alcuni casi asintomatiche ed in altri casi invece fortemente condizionati e sintomatiche.
Di fronte ad un cesareo è bene considerare tutti questi aspetti sia estetici che clinici per un approccio completamente risolutivo.
Nella nostra esperienza siamo soliti trattare questo tipo di problematiche isolatamente o in associazione a chirurgia ricostruttiva per diastasi se necessaria.
Altre ulteriori precedenti incisioni addominali in esiti di precedenti interventi possono essere inquadrate con simile criterio diagnostico e terapeutico.

Livellamento per retrazione cicatriziale su precedente cesareo.
La procedura è stata eseguita in corso di ricostruzione per via robotica trans-addominale pre-peritoneale per diastasi dei muscoli retti.
Dr. A. Darecchio

Revisione addominoplastiche e precedenti interventi per diastasi addominale

Correzione di diastasi addominale recidiva, cicatrici dismorfiche ed asimmetria ombelicale in esiti di precedente addominoplastica eseguita da altra equipe.
Dr. A. Darecchio

Correzione diastasi addominale plurirecidiva e risoluzione di grave sindrome aderenziale da contatto protesico in esiti di due precedenti interventi. Primo intervento addominoplastica, secondo intervento riparazione diastasi con tecnica laparoscopica (entrambe procedure eseguite da altre equipes).
Risoluzione del caso complesso in chirurgia robotica da parte del Dr. A. Darecchio

Un’altra importante attività che ci contraddistingue riguarda la revisione di precedenti interventi per diastasi addominale eseguiti da altre equipe. Trattandosi di chirurgia di secondo livello in correzione di precedenti procedure ogni caso meriterebbe una trattazione a sé stante. Come criterio generale, nella nostra esperienza, la via di riparazione robotica trans-addominale pre-peritoneale ha permesso di trattare casi altrimenti irrisolvibili sfruttando un piano di lavoro intatto e completamente diverso rispetto al precedente.